Ecoplasteam
  • Home
  • Ecoplasteam
  • Identity

Identity

scroll down
  • Home
  • Ecoplasteam
  • Identity

Identity

scroll down

L'identità di Ecoplasteam

Ecoplasteam nasce dall’idea di trovare una soluzione al problema del riciclo dei poliaccoppiati. L’identità aziendale perciò nasce contemporaneamente alla sua espressione operativa, ovvero dal tentativo di riciclare questi materiali per generare un nuovo prodotto con tecnologie di trasformazione tradizionali.

L’idea nasce da un’intuizione di Roberto Lecce, imprenditore che alcuni anni fa si è spinto alla ricerca di una nuova materia plastica che fosse economica ed al tempo stesso ecologica. Trova nei poliaccoppiati, di cui sono in parte formati i contenitori per bevande, un materiale che si asserve alla sua idea: unendo e “impastando” l’alluminio e il polietilene di cui sono composti, anziché dividerli, produce una nuova materia totalmente ecologica ed a sua volta riciclabile: l’EcoAllene®.

Grazie all’azienda Amut S.p.A. leader internazionale nel campo dell’estrusione della plastica e nella costruzione di concept ingegneristici innovativi, nasce il primo impianto pilota, con una produzione di circa 6000 tonnellate annue di EcoAllene®.

Una cordata di imprenditori torinese ha creduto nel progetto investendo capitale. In accordo con la società svizzera Swiss Merchant Corporation SA sono poi state poste le basi che hanno permesso di costruire una struttura legale e finanziaria di operazione che ha convinto Banca Popolare di Milano a finanziare il progetto.

E’ nata così la startup innovativa Ecoplasteam S.p.A. che oggi ha un impianto di produzione ad Alessandria e sta pianificando la costruzione dei prossimi cinque impianti in Europa, per soddisfare la domanda di riciclo di oltre 300.000 tonnellate di poliaccoppiati.

Il primo impianto è installato in un capannone dove è presente una serie di affreschi del pittore internazionale Ernesto Morales, Cosmogony, che rappresenta una interpretazione onirica dell’Economia Circolare. Lo stabile sorge su un terreno di 10.000 metri quadri, con un’area verde dove sorgono un frutteto e un piccolo laghetto artificiale, dove vengono allevati animali da cortile per ricordare a se stessi ed al mondo che l’arte, la natura e l’industria devono sempre camminare a braccetto.

Il prodotto finale dell’impianto, l’EcoAllene®, è già di interesse da parte di decine di aziende italiane per la produzione di oggetti plastici di vario tipo, essendo un materiale tecnicamente valido quanto la plastica vergine, ma più economico e soprattutto riciclabile.


Ecoplasteam è perciò un’azienda in grado di generare ed immettere sul mercato un nuovo materiale derivante da uno scarto* composto da due elementi, non separandoli ma generandone un terzo con proprietà assimilabili alla famiglia dei termoplastici (es. polietilene),  ecosostenibile ed in linea con le direttive europee in materia di utilizzo di plastiche riciclate, tale da essere inserito all’interno di processi di economia circolare.